Contatto rete di vendita Domande? Cerca il contatto più vicino a te.

  • 1
  • 2

L'utilizzo di filtri è tanto vario quanto i requisiti per il loro monitoraggio. Il filtro di un sistema di ventilazione, la cui contaminazione produce una pressione differenziale di alcuni millibar, richiede una strumentazione diversa da quella di un filtro a cartuccia utilizzata nei sistemi idraulici ad olio.

Tutti hanno in comune il requisito dell'affidabilità che è anche, o soprattutto, vero per la tecnologia di misura. Solo il segnale di misura affidabile di un trasmettitore di processo, di un trasmettitore di pressione differenziale o di un manometro WIKA consente al sistema un funzionamento efficiente e senza problemi. Il vantaggio dei sistemi di filtraggio si traduce in un consumo energetico e, di conseguenza, anche i costi operativi e la compatibilità ambientale, ottimizzati.

Filtro idraulico
Le particelle presenti nell'olio idraulico portano ad un'usura marcatamente maggiore di tutte le parti in movimento, come pompe e motori idraulici, pistoni delle valvole o nel cilindro. Pertanto, uno o più filtri presenti nel circuito sono tra i componenti più importanti. L'installazione viene spesso effettuata sulla linea di ritorno al serbatoio, laddove il livello di pressione è basso e lo scarico è contro la pressione atmosferica. In questo caso la contaminazione del filtro viene controllata da un trasmettitore di pressione relativa. Se si desidera proteggere componenti specifici, come il motore idraulico, il filtro deve essere montato davanti a questi componenti. Per il loro monitoraggio è necessario misurare la pressione differenziale, ovvero la caduta di pressione (contaminazione) attraverso il filtro.

Macchine utensili
Nelle lavorazioni di parti metalliche in un centro di lavorazione vengono prodotti dei trucioli. La parte metallica viene trasportata al sistema di trasporto che poi lo trasferisce dall'area di lavorazione dal fluido di raffreddamento presente nella macchina utensile.

Il separatore di trucioli separa i trucioli solidi dal liquido fluido di raffreddamento in modo che il liquido possa ritornare nel circuito. I trucioli sono inviati al riciclo e devono essere il più possibile “puliti”. Un problema che si verifica di frequente riguarda il flussostato del separatore dei trucioli del filtro a nastro che ne controlla il successivo trasporto sullo stesso. I trucioli accumulati vengono trattenuti sul filtro e non possono più essere lavati via. Ciò porta al traboccamento del fluido di raffreddamento, col corrispondente sforzo legato alla necessità di pulizia del locale, e anche al rischio di incidenti dovuti al pavimento scivoloso. La nostra alta qualità produttiva ci consente di sviluppare diverse soluzioni e di testarle in pre-produzione. Sappiamo bene cosa si intende per affidabilità.

di