Per informazioni

Hai bisogno di maggiori informazioni? Scrivici.

Al modulo
Contatto rete di vendita Domande? Cerca il contatto più vicino a te

Il sensore di una termoresistenza utilizza una resistenza elettrica che varia in funzione della temperatura. Essa aumenta all’aumentare della temperatura e il fenomeno è conosciuto come PTC (Positive Temperature Coefficient). Nelle applicazioni industriali sono principalmente utilizzate termoresistenze di tipo Pt100 o Pt1000. La normativa IEC 60751 (DIN EN 60751) definisce le caratteristiche esatte di queste resistenze e delle sonde di temperatura basate su di esse. Per ulteriori informazioni sulle caratteristiche delle termoresistenza al platino, fate riferimento all’informazione tecnica WIKA IN 00.17.

Esecuzione del sensore Pt100/Pt1000

Nell'utilizzo in applicazioni industriali, le termoresistenze Pt100 o Pt1000 consistono in un inserto di misura installato in una testa di connessione e con un adeguato sistema di montaggio (es. pozzetto termometrico). Il collegamento elettrico di un sensore pt100 o Pt1000 avviene all'interno della testa di connessione. In questo modo l’inserto di misura risulta facilmente sostituibile. Lo stesso è costruito da tubo o con cavo in MGO nelle cui estremità è posizionato un sensore Pt100 o Pt1000. Utilizzando questa tipologia di inserto di misura intercambiabile con l’ausilio di un pozzetto termometrico è possibile, in caso di riparazione o taratura, sostituire lo stesso inserto senza interferire con il processo.

Un’ulteriore esecuzione industriale del senosre Pt100 o Pt1000 è quella delle sonde con cavo. Il cavo di di connessione di queste sonde è assemblato direttamente alla parte metallica della sonda.

Applicazioni per le termoresistenze Pt100/Pt1000

La scelta di utilizzare un sensore Pt100 o Pt1000 dipende dalla rispettiva applicazione. Nell’industria di processo globale, le sonde di temperatura.Pt100 sono quelle più utilizzate e rappresentano la tipologia più comune. Tuttavia, vi sono applicazioni dove ha senso l’utilizzo di sonde Pt1000. In questo caso, ad esempio, l’utilizzo di sonde Pt1000 con attacco a due fili è più vantaggioso rispetto al sensore Pt100, perché l’influenza della lunghezza del cavo nell’errore di misura complessivo è solo una frazione rispetto a un sensore Pt100. Anche nel caso di utilizzo di sonde di temperatura alimentate a batteria, la più alta resistenza nominale della sonda Pt1000 ha un effetto positivo sul consumo energetico dello strumento. Per questo motivo le batterie hanno una maggior durata e questo comporta intervalli di manutenzione più lunghi e, di conseguenza, costi di servizio ridotti. Nel caso di utilizzo di Pt1000, è necessario assicurarsi che l’elettronica a valle sia in grado di elaborare il segnale della Pt1000. Nei moderni regolatori o indicatori di temperatura è normalmente possibile configurare liberamente l’ingresso di misura.

WIKA è in grado di fornire tutte le sonde di temperatura sia sensore Pt100 che Pt1000:

Contattaci

Hai bisogno di maggiori informazioni? Scrivici: